› Pittura

 › Scultura

 › Eventi

 › BIOGRAFIA

 › Ultimi Aggionamenti

AMORE NASCOSTO

IN MEZZO LA FORESTA

OCCHIO INDISCRETO

TUTTI SIAMO STATI DENTRO LA PLACENTA

CAVALLI INNAMORATI

GIROTONDO DEI BAMBINI

LA PIOVRA E' SEMPRE PRESENTE

40x30 cm - Pittura su Alluminio

ILBALLO PER LA REGINA DELL'UVA

AMORE ETERNO...



 
PITTURA   SCULTURA   EVENTI   BIOGRAFIA  

 »  BIOGRAFIA  »  CURRICULUM

11/04/2011
CURRICULUM

GIOVANNI ALESSI - ARTISTA
 
 
GIOVANNI ALESSI ,Scultore e Pittore,è nato ad Alessandria della Rocca( AG ) ed è residente a
 
Mazara del Vallo ( TP ) nel VIALE DELLA SCULTURA s.n.c. ( Via denominata dal COMUNE
 
 in Suo onore ) con Studio in VIA Ferdinando Pompeano,n° 11 tel.studio 3490038730– abit.
 
0923/946905--telefonino 338/4477120.
 
E’stato Docente di Decorazione Plastica,con cattedra di ruolo,presso l’Istituto Regionale d’Arte di
 
Mazara del Vallo ( TP ).
 
Ha svolto le funzioni di Dirigente Scolastico presso l’Istituto Regionale d’Arte “                            
 
R.Libertini “ di Grammichele ( CT ).
 
Dal 1964 nel campo delle Arti Figurative e Plastiche,avendo eseguito opere in
 
pittura,grafica,scultura e bozzettistica,con attivo ben 75 mostre,fra personali e collettive,in Italia e
 
all’Estero,esponendo in Germania,Inghilterra,Francia e Stati Uniti d’America.
 
-          E’ autore, fra l’altro, : del “ CRISTO DEL BELICE “ opera in fili di rame alta m.3,50,che
 
nel 1981tutti i Sindaci,Parroci e Vescovi della Valle del Belice hanno donato a S.S.GIOVANNI
 
PAOLO II e che,adesso, si trova collocato nei MUSEI VATICANI nella SALA DEI DONI;
 
-          DEL ” MONUMENTO ALLE VITTIME EL DERREMOTO DEL 1968 ” alto m.3,50 ,      
 
In fili di rame,benedetto ed inaugurato da S.S.GIOVANNI PAOLO II in occasione della Sua visita
 
 eseguita nella Valle del Belice il 22 Novembre del 1982 istallato nella Città di SALAPARUTA
 
SALAPARUTA(TP),DELIBERA 17 LUGLIO 1987;
 
-          del “ MONUMENTO AI TERREMOTATI DEL BELICE “ n bronzo alto m.3,50 
 
commissionato ed istallato nella Città di PARTANNA ( TRAPANI ) nel 1978
 
-          della “STATUA LIGNEA POLICROMA DEL BEATO GIORDANO ANSALONE
 
commissionato dalla Città di S.STEFANO DI QUISQUINA 
 
benedetta dal Cardinale di Palermo SALVATORE PAPPALARDO,ubicata nella Basilica ;
 
-          del “ BUSTO BRONZEO DEL SEN.FRANCESCO PIZZO “commissionato
 
FIERA VINI DEI PAESI DEL MEDITERRANEO “ ed ivi istallato,in bronzo;
 
-          dei “TROFEI GRAPPOLO D’ORO FRANCESCO PIZZO “ commissionati dall’ENTE
 
 FIERAVINI DEI PAESI DEL MEDITERRANEO “ per gli anni 1980/81/82/83/84/e 1985,in
 
bronzo ;  
 
-           del “MONUMENTO A P.PIO DA PIETRELCINA “ commissionato dal Gruppo di
 
PREGHIERA Città di SALEMI ( TP ) ed istallato nella stessa Città,in bronzo 04/05/1983 ;
 
-          del” MONUMENTO AICADUTI DI GUERRA “ commissionato dalla Città
-           
-          POGGIORALE( TP ) ed ivi istallato DELIBERA 26/10/1983 ;
 
-          del “ MONUMENTO A CRISTO CROCIFISSO “ commissionato dalla citta’ di
 
MAZARA DELVALLO ( TP ) istallato nel cimitero comunale DELIBERA 29/Maggio/1985 ;
 
-          Del MONUMENTO ALL’ADDOLORATA “ commissionato dalla Città diMAZARA DEL
 
 VALLO( TP ) ed istallato nel Cimitero Comunale,in bronzo delibera 29/Maggio/1985 ;
 
-          del BUSTO DEDICATO A MONS GIOVAN BATTISTA QUINCI in bronzo
 
COMMISSIONATO DALLA CITTA’città di MAZARA DEL VALLO( TP ) ed istallato presso i
 
del Circolo DIDATTICO della STESSA CITTA’ delibera 30/05/1985 ; 
 
-          del “ MONUMENTO AL DISCOBOLO “ in bronzo commissionato del.27/10/1986
 
Città di Mazara del Vallo ( TP ) ed istallato presso il Palazzotto dello Sport della stessa Città’
 
-          del “ MONUMENTI AL SEN.VINCENZO FLORIO “ commissionato dagli stabilimenti
 
FLORIO ed istallati uno all’EX Aeroporto Birgi ed intitolato appunto al Sen.Vincenzo Florio e
 
l’altro nell’atrio degli Stabilimenti FLORIO deliberazione del 06/05/1986
 
-          del “ BUSTO A STEFANINO NASTASI “ in bronzo 
 
commissionato da un Comitato Cittadino ed istallato dentro il Municipio della Città di
 
PARTANNA ( TP ) ;
 
-          del “ MONUMENTO A P.ANGELICO LIPANI “ commissionato dalla Città
 
di CALTANISSETTA ed istallato presso l’Istituto Signore della Città in bronzo 23/12/1988 ;
 
-          del “MONUMENTO A P.PIO DA PETRELCINA “commissionato dall’Arch.NUNZIO
 
GIACOMARRO ed istallato nella Città di MARSALA ( TP ) ;
 
-          del” MONUMENTO A CRISTO CROCIFISSO ED ANGELO IN PREGHIERA “ 
 
commissionato dalla citta di SALEMI( TP ) con delibera del 20 MAGGIO 1986 ivi istallato presso
 
il Cimitero Comunale ;
 
-          BUSTO DEDICATO ALL’EX SINDACO VINCENZO RENDA “ commissionato
 
dalla Città di VITA ( TP )bronzo ;
 
-          del   restauro della “ MADONNA ADDOLORATA “ in legno ritrovata sotto le macerie
 
dopo 13 anni del Terremoto del 1968 nella Città di SALAPARUTA ( TP ) collocata nella Chiesa
 
Madre della stessa Città ;
 
-          del “ CRISTO IN MEZZO AI TRALCI “ donato a S.S.GIOVANNI PAOLO II in
 
in occasione della Sua visita a Mazara del Vallo ( TP ) in bronzo;
 
-          della TARGA dedicata a FRENCESCO TRAPANI “ in bronzo commissionato dalla Cantina 
 
U.V.A.M della Città di MARSALA ( TP ) ed ivi istallata il 18/02/1986
 
-          PERSONALE DI PITTURA E SCULTURA in data 04 /101997 nel Centro VANICO della
 
Città di CASTELVETRANO ( TP ) 04/09/1997
 
-          PERSONALE DI PITTURA E SCULTURA presso la BRAD COOPER GALLERY nella
 
TAMPA-FLORIDA – STATI UNITI D’AMERICA il 26/10/1997 ;
 
 
-          PREMIO INTERNAZIONALE GRAN TROFEO AMICI DEL QUADRATO ottenendo il
 
Premio” BORGO DI MUGGIANO “ per la Pittura lo 07/12/1995 nella Città di MILANO ;
 
 
-          PREMIO INTERNAZIONALE DI PITTURA ,PITTURA E POESIA “ GRAN TROFEO 
 
AMICI DEL QUADRATO “ ottenendo la “ SEGNALAZIONE D’ARTE PER LA PITTURA “ il
 
25/05/1996 ;
 
-          ACCADEMICO DEL QUADRATO con sede nella Città di MILANO ;
 
-          restauro del SACRO CUORE “ in carta pesta commissionato dal Sig.ANTONINO
 
AMAMATO della Città di ALCAMO 
 
-          “PREMIO INTERNAZIONZLE DI PITTURA “ DEMETRA D’ARGENTO “organizzato
 
dall’Accademia di Belle Arti “ MICHELANGELO “ ottenendo il PRIMO PREMIO ;
 
-          GEMELLAGGIO MAZARA DEL VALLO E SANTA POLA ( Spagna ) opera in bronzo “
 
 UNITI NEL MEDITERRANEO “ donata dal Comitato Cittadino alla Città di SANTA POLA-
 
SPAGNA “
 
-          TARGA BRONZEA DEDICATA AL DOTT.GIUSEPPE LA GRUTTA “ istallata presso
 
l’ospedale Abele Aiello nella Città di MAZARA DEL VALLO ( TP )
 
-          Mostra alla Wust Shore Plaza TAMPA –Florida -U.S.A. ;
 
-          MOSTRA GALLERdell’UNIVERSITA’ della Città di TAMPA –FLORIDA U.S.A. ;
 
-          MOSTRA ALLA LATIN QUARTER GALLEY DI IBOR CITY -TAMPA-Florida 
 
-          U.S.A.;
 
-          MOSTRA ALL’OLIN INN TAMPA-Florida –U.S.A.;
 
-          COLLETTIVE RECENTI: CITTA’ di GRAMMICHELE-( CT )
 
-          ,RACALMUTO ( AG ),AGRIGENTO,CAMPOBELLO DI MAZARA ( TP) –
 
-          AGRIGENTO,N°4
 
-          N 4 PERSONALI NEI CIRCOLI ITALIANI A TAMPA-Florida U.S.A. ,
 
-          INSIGNITO DAL TITOLO DI “ CAVALIERE DELL’ARTE “ PER LA SUA ATTIVITA’
 
IN FAVORE DELL’ARTE E ALLA CONOSCENZA DELL’ARTE NEL MONDO –
 
-          SOCIO ONORARIO DELL’ACCADEMIA DEL “ QUADRATO “ –
 
-          ACCADEMICO DELL’ACCADEMIA TIBURTNA -
 
-          BEEN ELECTED AS HONORARY MEMBER OF THIS ORGANIZATION -
 
-          CIRCOLO CULTURALE ITALIANO – UNIVRSITY OF SOUTH FLORIDA – TAMPA-
 
-          U.S.A.
 
        CERTIFICATO THE BOARD OF COUNTY COMMISSIONERS COUNTY OF
 
HILLSBOROUGH,FLORIDA – U.S.A. E PIU’ DI 75 MOSTRE TRA COLLETTIVE E
 
PERSONALI.                   
                                                    ULTIME MOSTRE:..
 
-          MOSTRA PERSONALE :MAZARA DEL VALLO ALL’ESAGONO DELLA CITTA’
-           
NEL 2009;
 
-           MOSTRA PERSONALE : MARSALA NELLA CHIESA DI S.PIETRO NEL 2010 ,
 
                                                RIVISTE E GIORNALI
 
GIORNALE DI SICILIA – TRAPANI SERA – L’ORA – THE TAMPA TRIBUNE – THE
 
TAMPA TIMES – LA GACETA – ORACLE – ST.PETERSHURG-INDEPENDENT ecc...
 
INTERVISTATO da:
 
RADIO STEREO BELICE –GAZZETTINO DI SICILIA – RAI TRE – IL GIULLARE -
 
– EUROVISIONE – TELEVALLO – RADIO UNIVERSITY OF SOUTH FLORIDA – TAMPA –
 
U.S.A. – TV CANALE 8 TAMPA – FLORIDA U.S.A.- TV CANALE 16 per 30 minuti TAMPA
 
–Florida-U.S.A. – INTERNATION DOC 7 – TV TEDESCA – IL FARO – RIVISTA TRAPANI –
 
ARTE PIU’ IL CIGNO - TRAPANI NUOVA – CENOBIO – FIERA LETTERARIA –
 
CORRIERE DELLE RICERCHE – RESTO DEL CARLINO – L’UNITA’ – GAZZETTINO
 
DELLO JONIO – IMPEGNO 7° - I TRANGOLI – LA REVUE MODERNE – BOBOGNA OGGI
 
– IL CORRIERE DI ROMA – LA SICILIA – SICILIA FLAH   - L’OSSERVATORE ROMANO – 
 
L e sue opere si trovano in collezione pubbliche e private, nazionali ed
 
internazionali. Ha esposto in Francia,Germania,Spagna e negli Stati 
 
Uniti D’America.
 
 
HANNO SCRITTO DI LUI :
 
S.L.RESTANO – SALVATORE CANTONE- IRENE MARUSSO –ROLANDO CERTA –
 
GIANNI DIECIDUE – GIUSEPPE FRISCO – BALDO BONSIGNORE – MIKI SCUDERI –
 
PEPPE OCCHIPINTI – PAOLO ANSALDI – GIOVANNI MODICA –ANTONIO TUMBIOLO –
 
ACCURSIO DI LEO – FRANCESCO CASSAR –IGNAZIO RUSSO – FRANCESCA PERAINO
 
– LEO STROZZIERI – CALOGERO CRAPARO – GIROLAMO DI GIOVANNI – J.L.RESTAND
 
–GOLDEON DEATS – On.le ENZO CULICCHIA –JOHNMILIZIANO – JANETTE CRANE –
 
ALFONSO LETO - IGNAZIO DI BLSI
 
E.A.MOORE – G.A.RUGGERI – R.MAMTEIGA – S.FHILLIPS – N.PASSALACQUA
 
N.CULICCHIA
 
–FRAN LALA - SALVATORE GIACALONE- GIUSEPPE VACCARO ecc.. .
 
INSERITO NELLE PUBBLICAZIONI“        
 
– VADEMECUM DELL’ARTE ITALIANA – NOVE SECOLI DI FEDE ARTE STORIA –
 
PERLE DI SICILIA - ENCICLOPEDIA TEDESCA - ED.VEBEA – ARTEGUIDA – DIODEMA
 
ARTISTICO - SICILIA PECORA SGOZZATA - ANNOTAZIONI - ARTE
 
CONTEMPOR<ANEA ED. “LA GINESTRA “ CATALOGO NAZIONALE BOLAFFI VOL.I° 
 
CRITICO FINANZIARIO ecc...
 
 
CRITICHE D’ARTE
  
… Il MAESTRO GIOVANNI ALESSI si presenta con questa interessantissima mostra,per la prima volta nel suo paese natio,portando opere di pregevole valore artistico e culturale.
La tematica delle sue opere è ricca e significativa;in esse è rappresentata la “ Metamorfosi della VITA “.
L a maestria tecnica di Giovanni ALESSI si esprime in materiali non consueti,come ad esempio l’alluminio in lastre.la Sua tavolozza attinge a volori infuocati,smaglianti,che sono ora quelli di Alessandria della Rocca,ora quelli di Mazara del Vallo,ora quelli della Sicilia tutta.Ogni posto in cui il Maestro ha soggiornato ,gli è servito per immagazzinare esperienze,immagini,sensazioni,che poi Egli ha trasferito nell’alluminio o nella tela con singolare semplicità ( la vera semplicità,quello che presuppone un complesso tirocinio tecnico ).
… Il Maestro Giovanni ALESSI,che abbiamo sempre,con amore e ammirazione,seguito nella Sua lunga attività artistica,ha raggiunto livelli espressivi di eccezionale maturità ,visto che gli è stato riconosciuto da insigni critici ed esperti d’arte.
Cosa possiamo dire al Maestro Giovanni Alessi,nostro amico e concittadino?... “ AD MAIORA” !...
 
IL SINDACO – ALFONSO LETO
 
 
...GIOVANNI ALESSI è un artista,equilibratamente gestalgico.Il pensato,il voluto,il costruito,intuiti più che vissuti nell’embrione ancestrale,l’hanno portato oggi
una sensibilità svincolata dalla materia originaria...Figure umane da foreste dantesche,profili da cammeo sbalzato dal legno con una primigenia ed insieme attuale e modernissima ...
 
IRENE MARUSSO
 
 
Le figure scolpite da Giovanni ALESSI senza arrivare all’angoscia appaiono già tese e drammatiche    nello sforzo di liberarsi dalla materia che dà loro possibilità di realizzarsi,ma che nello stesso tempo le imprigiona ,le stigmatizza nella somiglianza di antichissimi simboli religiosi,una stupefacente consistenza di remote tradizioni mediterranee e di caratteri precolombiane trascendenti significativi baluardi del tempo.E’ stato più volte ripetuto che il Pathos inconfondibile dei primitivi rivive nell’uomo moderno,affermando,in un sublime paradosso,la forza della propria contemporaneità.Alessi,nel gesto spontaneo e non meditato di “fare scultura “rappresenta,in forma embrionale,gli antide Dei,i mitici eroi,infine gli uomini,nei quali è passato un lungo brivido d’inquietudine,sempre contenuto entro le regole di superiore gioco armonico,e che sembrano cercare nella domanda di cui li osserva,una implicita risposta al loro “ dover essere “....Questo itinerario è stato dunque “ inciso “ nel legno,nell’onice,come un dato storico cronologicamente incerto,perciò attuale,in cui protagonisti ben lungi dal voler creare effetti decorativi,sono protesi nello sforzo iniziale di liberarsi dall’involucro materico ,per creare una situazione inedita,la realizzazione di una primordiale ipotesi risolutiva,che renda sostanzialmente significante il destino dell’Uomo....
 
 
J.L.RESTAD
 
Critico d’arte
 
 
...La sua ispirazione pesca in acque ancora azzurre,benché spazzate da tutti i venti della rosa.La Sicilia è la Gran Madre;e sa anche di maledizione...I dipinti nascono da un atto d’amore.La donna vi fa la sua apparizione a metà fra sogno e denuncia,come antitesi lirica del reale...Laddove le sculture sono una ricerca di verità.Vorremmo penetrare questi volti policromi fatti con l’ulivo delle nostre campagne.L’introspezione di Giovanni Alessi è verticale.Eppure dal relativo spunta il relativo,dietro la maschera il volto dell’animo umano è più impenetrabile di una maschera,cifra di se stesso,La terra parla senza nuvole,addensando le nostre...
 
GIOVANNI MODICA
 
...ALESSI appartiene a quella schiera di artisti moderni,culturalmente impegnati,che rifiutano di fare arte per l’arte e tendono con le loro opere a ridare all’uomo quella dignità che la più spietata e brutale tecnologia dei nostri giorni ha tolto all’individuo...Alla maniera degli impressionisti,egli dipinge con rapide pennellate,senza ripensamenti o pentimenti,puntando alla sintesi più che all’analisi ,non si propone la rappresentazione oggettiva della realtà,ma ama delineare sommariamente le immagini,deformandole con libertà...
 
 
SALVATORE CANTONE
Critico d’arte
 
...Questo del nostro Giovanni Alessi possiede possiede già per i temi e per i materiali utilizzati ed anche per il modo congeniale di proporsi all’attenzione e all’interesse del suo pubblico una chiara premessa e molte possibilità per uscire fuori del circolo vizioso ed essere veramente “ altre “ nella misura in cui anche il pubblico del contesto accetti il civile invito ad una partecipazione attiva.. 
.
ACCURSIO DI LEO
 
Regista
 
 
...Tanto nei dipinti,in cui la gestualità serica domina le figurazioni,quanto nelle versatili sculture,è evidente l’interazione con gli accadimenti della nostra vita,interiore o esteriore che siano.C’è di più:la partecipazione dolente e sensibilissima all’eterno dramma della nostra terra,dei suoi figli
più poveri e dimenticati.Una rivolta cosciente,infine,che si estrinseca in quelle pitture e sculture nelle quali alla significazione materia si affianca –in voluto e violento contrasto-il colore,a significare l’impotenza dei più a reagire al gran mare di dolore in cui la vita sembra annegare... 
 
.                                                                                                          FRANCESCO CASSAR 
scrittore e critico d’arte
 
...Nella personale che il Maestro Giovanni Alessi dedica alla “ Valle del Belice “si evidenzia il suo amore per quella tormentata terra,per la gente,per le sue sofferenze,per i suoi lutti e per il dramma a cui,a nove anni dai noti eventi sismici che hanno devastato e sconvolto la Valle stessa,la popolazione è condannata...
  
On.le ENZO CULICCHIA
Sindaco di Partanna
 
...for many simboizes male domination of women and few other societies can challenge the island’s reputation as the homrland of macho.G iovanni ALESSI hates repression in general,but te uses the particular of the istitutionalized submission of Italian women as his emblem for inequality ...
  
GOLDEN DEATS
Critico d’arte inglese
 
 ...Giovanni Alessi paintig ad sculptures are espressions of the obscure feas,ancient bomds ad deep contrast which for hundreds of years have been a burden for therhinabitans of Sicily...The detailed attention whint he gieves to the Sicilian womenis truly inspirational and gives a feeling of sheer poetry...
  
JOHN MILIZIANO
Critico U.S.A
 
...Alessi portrays his concerns vibrant colors and lirical lines that soften his pessimistc message.Symbols of hope,the lushl green tree ho life and the fiery redbird of liberationlighten the despair the despair inortraits of women,children,farmers...
 
JEANTTE CRANE
Critica e giornalista U.S.A
 
PER IL CRISTO DEL BELICE
 
Eri sul mio cuore...
E ti sei sprigionato
Da rottami di ferro
E fili di rame:
lacrime di fiori
strappate ad ogni spina.
Tu raccogli la sofferenza
E avvicini gli uomini.
Il tuo volto
È amore
Dell’amore.
 
GIOVANNI ALESSI
  
...Presentazione alla Mostra dell’Amicizia-Collettiva di pittura e scultura 18 Dicembre 1975 
 
... Questa Mostra dell’Amicizia vuole suggellare quel tanto di pittori e scultori Mazaresi hanno in comune:l’amore per l’arte,se non l’arte.
In Provincia l’arte è amara ed esige dai suoi cultori rinuncia e sacrifici.
Purtroppo è noto che gli inserimenti in campo nazionale sono costellati di difficoltà per quella                               certa Mafia dei grandi centri anche in questo settore,il potere è in mano a pochi e gli emarginati sono la maggioranza.
Rimane l’impegno personale assieme alla ricerca,che è, poi il motore che manda avanti l’Arte.
Le opere presentate in questa mostra,sebbene nello stile e nei contenuti,vogliono essere una “ Summa “ ideale della problematica e dei fermenti che agitano questa nostra amara Mazara.
Ma prima di ogni cosa ,questo incontro ,deve essere un’occasione d’amicizia nata dalla comprensione e simpatia reciproca.
 
GIOVANNI ALESSI
 
 EMOZIONI SATIRO 
...Rivedere il SATIRO DANZANTE,per me,è stato un momento esaltante ed emozionante.
Ricordo,come se fosse oggi,quando fu pescato,incrostato di conchiglie,venne messo in una vasca piena d’acqua a cullare le sue membra,bello e pieno di vitalità e di pathos ,ma molto triste,forse perchè pensava ai suoi compagni rimasti in fondo al mare.
In un primo momento venne denominato EOLO,ma ,a seguito di studi fatti dagli esperti archeologi,fu poi denominato “ SARITO DANZANTE “.
La bellezza del volto rifinito con perizia artistica e con una perfetta anatomia,dalle spalle al fondoschiena,dai pettorali ai muscoli delle gambe,che accennano un movimento leggiadro ed armonioso.
Socchiudendo gli occhi, immaginandoci in un grande conviviale si percepisce la bellezza e l’eleganza dei movimenti.
Un’opera così,penso,sia da considerarsi più bella dei Bronzi di Riace.
Spero che l’Amministrazione Comunale,la Sovrintendenza e soprattutto il popolo mazarese possano avere stimoli e sensibilità forti,affinché questa ventata d’ARTE classica possa fare ritornare   il gusto di apprezzare e curare le risorse artistiche e culturali,
MAZARA deve diventare una fucina d’espressività culturale: “LA GRANDE PORTA DEL
MEDITERRANEO “.
 
 
GIOVANNI ALESSI
 
Da “ Il Faro
  
SABATO 15/GENNAIO 2OO5
 
 
...SVALIGIATO LO STUDIO DEL PITTORE ALESSI Ignoti hanno portato via 11 quadri
 
( sg ) Quadri dell’artista Giovanni ALESSI sono stati asportati dal suo studio-laboratorio che si trova in Via Ferdinando Pompeano,11.E’ la quarta volta che accade anche se,in occasione dei primi due furti ,ALESSI non li aveva denunciati ritenendo che si trattasse di “ ragazzate “.Questa volta il fatto è stato abbastanza grave perché ignoti hanno rubato ben undici quadri di misura 35 x 73 circa,raffiguranti paesaggi siciliani e figure femminili che racchiudono un periodo importante della sua attività artistica,a partire dal 1992.Alessi si è accorto del furto quando è entrato nella stanza che utilizza per il lavoro ma che è anche una saletta di esposizione delle sue opere.Dalle pareti mancavano undici quadri firmati “ G.Alessi “,molto rappresentativi,ai quali l’artista era particolarmente legato.Le opere,considerate “moderne”,hanno un valore approssimativo di oltre 15 mila euro e NON ERANO ASSICURATE.Il fatto è stato denunciato agli agente del commissariato di pubblica sicurezza che hanno avviato le indagini per scoprirel’autore o gli autori del furto che,per il genere di opere rubate,è abbastanza inusuale per la città.Per la precisione dei manufatti in oro ed in argento ma non erano stati toccati quadri o sculture.In seguito al penultimo furto subito dall’artista,i ladri erano entrati da una finestra ed Alessi ha dovuto ricorrere ad una grata in ferro per proteggere la finestra forzata.Probabilmente ora lo dovrà fare anche per la porta. “ Non so-dice,molto amareggiato-che abbia potuto commettere il furto ma spero che le opere mi vengano restituite perché sono frutto di intenso studio e di lavoro e poi un artista resta sempre attaccato alle sue opere al di la della valutazione economica “....
 
 
SALVATORE GIACALONE
Giornalista – Giornale di Sicilia
 
 MOSTRA  ALLA BRAD COOPER GALLERY – Octoer 13 – Novembre 8, 1997
 
GIOVANNI ALESSI   - PAINTING –SCLTPTURE 1977
 
... ALESSI rec eived international recognition for the fitst in a solo exibition Malta where he expressed from a palette of hot greens and fiery reds that reflectthe relentless torid sun that reflect the relenteless sun that bakes tehe rocky clay ofciliy.his preference for trasporent warm colors is expected of a Sicilian artist but his works emblace a philosophy in dramatic with Sibilian attitudesand thr pervasive problems of his native Sicily. His work is centered on the culture amd history of the people of Sicily,and wat remains of medievaltraditions aninfluences....
...GIOVANNI ALESSI studied winth prominent italian artists : Nico Nicosia , Vincenzo Sciamè , ad RENATO GUTTUSO.
In the twenty years since his exibitions in Tampa he has produced many large scale public sclptures including three works that were accepd andconsecrated by POPE JOHN PAUL II.He has beeninchuded in over serenty exhibitions in Italy,France,Germany,England and the United States, and his works are included in the Vatican Museum,Rome ad Museum of Modern Art,Palermo and many privatecolletions throughout europe and the united States.
 
.JOHN MILIZIANO
 
Critico U.S.A
 
Giornale di sicilia
Giovedi 20 nevembre 1997
 
MAZARA . L’ artista mazarese GIOVANNI ALESSI ha esposto 32 tele e 20 sculture nella BRAD COOPER GALLERY di TAMPA in Florida, invitato da quella Galleria.E’ stato un ulteriore riconoscimento per quest’artista,docente di Decorazione Plastica presso l’Istituto Regionle d’Arte di Mazara,noto ormai in Italia e all’estero per le numerose mostre proposte e per i premi ricevuti,che opera da ben 33 anni.E’ autore,fra l’altro,del “ CRISTO DEL BELICE “ ,opera in fili di rame alta tre metri e cinquanta che tutti i SINDACI,PARROCI E VESCOVI della Valle di Belice hanno donato al PAPA e che adesso si trova custodita nei MUSEI VATICANI.Sue opere si trovano collezioni pubbliche e private,nazionali ed internazionali.Oltre che in Italia,ha esposto anche in Germania,Francia,Inghilterra ed ora negli STATI UNITI D’AMERICA.
 
 
SALVATORE GIACALONE
 
 SICILIA FLASH
ARTE A SELINUNTE
 
...Nell’ambito di ricerca e di intendimenti si muove in fondo ,l’opera di GIOVANNI ALESSI...
Ho avuto occasione di ammirare in anteprima i uoi interessanti lavori.Sono sculture che certamente sbalordiranno critica e pubblico per il modo con cui sono stati realizzate e per la tematica che l’artista affronta e propone.
Si tratta di opere veramente nuove fino al punto di far pensare che queste sculture possano ben costituire dei veri e propri incunabili.Si avvertiva da tempo,in verità,il bisogno di respirare aria fresca e pulita in questo delicato settore dell’arte ,troppo spesso luogo di raduno di ogni sorta di falsificazione e di contraffatte correnti d’avanguardia.
Il tema affrontato dall’artista è davvero allucinante.Riguarda la condizione dell’uomo moderno,ovvero il suo modo di essere nel mondo.E’ un tema allucinante per la forte carica drammatica che ALESSI riesce ad sprigionare dalla materia.E’ un’arte,la Sua, che esprime la terribile angoscia dell’uomo contemporaneo teso nello sforzo disperato di vincere le catene paralizzanti della esistenza banale ed in autendica.A guardare bene questi lavori che sono i temi classici dell’esistenzialismo e la kafkiana insicurezza fondamentale della vita contro la quale solo la morte è realtà sicura e definitiva
 
 
.                                                                                                   PROF.BALDO BONSIGNORE
 
                                                                                                           Critico d’arte
 
 VOCE DI PADRE PIO
 
Dicembre 1985
 
IL MONUMENTO A P.PIO BENEDETTO DAL VESCOVO DI MAZARA
 
...Da tempo il gruppo di preghiera “Maria SS.DELLA CONFUSIONE “ presieduto dalla ins.Maria Drago,sperava di erigere un monumento di bronzo a PADRE PIO da Pietrelcina .Dopo la raccolta dei fondi e l’istituzione di un comitato presieduto dal Dr.ANGELO DRAGO,questi dava l’incarico allo scultore GIOVANNI ALESSI di realizzare la statua che si convenne collocare nell’atrio del Convento dei Padri Cappuccini,di fronte a quella di San Francesco d’Assisi.
L a scelta ottenne il consenso di tutti i figli spirituali di PADRE PIO e la cittadinanza salemitana raccolta nell’ampio atrio,dopo la benedizione del Monumento,ha avuto la sensazione netta di essere spinta dal venerato PADRE verso i sentieri che conducono a DIO.
La cerimonia è stata preceduta da “ quattro giorni di spiritualità “consistenti in interessanti conferenze tenute da Padre MARIANO PALADINOI,di S,Giovanni Rotondo,da Padre GASPARE LO NIGRO ,provinciale dei cappuccini di Palermo e da Padre GIAMMARIA,assistente Provinciale del Terz’Ordine Francescano....Nell’alba radiosa del 16 Giugno sono arrivati i gruppi di preghiera da tutte le parti della Sicilia....
...Tagliava il nastro il Dott. Luigi Renda Sindaco della città di Salemi alla presenza di autorità civili e religiose ...ripresa la cerimonia da RAI TRE e dal TELEGIORNALE DI RAI I
 
 
INS.MARIA DRAGO
 
BOLLETTINO ECCLESIASTICO
 
Della Diocesi di Mazara del Vallo
Aprile- Maggio – Giugno 1993
 
IL SOMMO PONTEFICE GIOVANNI PAOLO II VISITA LA CHIESA DI MAZARA DEL VALLO   8 MAGGIO 1993
 
...Il CROCIFISSO in bronzo policromo dello Scultore GIOVANNI ALESSI,dalle dimensioni60 X 40 X 18 ,esprime la forza redentivi di Cristo,che piega benevole verso il popolo provato da innumerevoli vicissitudini,ma deciso con costanza e fermezza a non rimanerne vittima.
La figura di Cristo si staglia dai tralci di vite a significare l’unità mistica fra il capo e le membra,tra Cristo redentore e l’uomo,che rinasce dalla forza salvifica della Croce:questa proietta sull’uomo una luce nuova,che è speranza e coraggio.L’opera scultorea diventa un canto e un mistero d’amore dove si evidenzia la nuova dimensione dell’uomo redento da Cristo e chiamato ad essere il protagonista di un mondo nuovo;dell’uomo d’oggi,aperto alle istanze dell’umanità alle soglie del terzo millennio,sempre più deciso ad operare all’ombra della Croce per l’avvento del Regno di DIO.
Lo Scultore GIOVANNI ALESSI ,nato ad Alessandria della rocca (AG ),VIVE ED OPERA A Mazara del Vallo...
Nell’ALESSI non si ravvisa solo competenza tecnica,ma conoscenza minuta e quasi viscerale del mezzo impiegato,che gli permette di intessere le opere con una carica vitale dove la materia rimane solo un momento necessario e subordinato alla tecnica e all’estro dell’artista,che,come nel CRISTO offerto al SANTO PADRE permettono allo scultore di esprimere in contemporanea l’immagine salvifica del CRISTO e un messaggio di speranza per l’Umanità.
 
 
Sac.Dott. PIETRO PISCIOTTA
 
Direttore responsabile
 
 
Da “ OMAGGIO A SELINUNTE
Degli artisti:LUCIANO R.FABBRI E GIOVANNI ALESSI
 
CIRCOLO DI CULTURA “ L.PIRANDELLO “ 28/LUGLIO 1973
 
...Il distinguo consente quel centralismo artistico a cui vanno riportati per i condizionamenti,le formule ,le mode e gli inquadramenti che pone di involuzione e ristagno.
E’ non è raro il caso che ad un osservatore non superficiale ne prevenuto proprio in provincia si presentino dei giovani con contenuti d’arte molto vivaci,ricchi,di notevole portata e valori artistici.
Il caso appunto di GIOVANNI ALESSI,nelle cui sculture,eseguite in materiali poverissimi come i rami d’albero,radici d’ulivo,tronchi di fichidindia,reti,tubi,latte,fili ecc...,tutte cose che abitualmente o non si avvertono o addirittura si buttano nella spazzatura,riporta la problematica dell’uomo attuale visto nella condizione di incarcerato,depresso,frustrato.
In fondo c’è un’analogia tra materiali di rifiuto e l’uomo “ REFUSE’ “dell’ALESSI.
Voglio dire che le pietre,i tronchi,le radici,i fili,le latte esprimono in modo efficace e con maggiore intensità lirica questa situazione umana sconfitta e pauperizzata.
Sotto questo aspetto,mi pare,che vada letta la realizzazione artistica che offre GIOVANNI ALESSI.
 
 
PROF.GIANNI DIECIDUE
 
Poeta e Critico d’Arte
 
 
PERSONALE HOTEL HILTON MALTA
 
 
18 LUGLIO 1974
 
...GIOVANNI ALESSI esprime,grace à son experience dans domaine artistique “ un theme dominsant de la vie “ ( se sont ses propres paroles )qui penetre et conditionne l’existence humaine ;il percoit la femme dans ses multiples aspects de mère e de femme ed il la retrascrit,dotèe d’un esprit e gentes,avec une fraicheur d’isperation qui,dans le alngage de art,devient poèsie...
 
 
   Prof.ssa FRANCESCA PERAINO
 
DA:PERSONALE DI PITTURA E SCULTURA
 
10 /NOVEMBRE 1984
 
...Il Prof.GIOVANNI ALESSI è un artista in continua crescita e va sempre acquistando grosse dimensioni in campo nazionale.
Le Sue opere ricevono cosensi ed apprezzamenti su vasta scala,sia nella pittura che nella scultura.
Le sue potenti e suggestive sculture e statue,fra le quali indimenticabile la “ MADONNA IN FILI DI RAME,del MONUMENTO ALLE VITTIME DEL TERREMOTO inaugurato e benedetto da l SOMMO PONTEFICE GIOVANNI PAOLO II in occasione della visita nella Valle del Belice,del MONUMENTO A A P.PIO DA PIETRELCINA e del MONUMENTO AI CADUTI DI GUERRA in bronzo questi due ultime presenti nell’esposizione,sono testimonianza più vera e concreta dell’ALESSI,che nel campo della scultura si impone come uno dei più espressivi ed efficaci artisti del momento .
L a sua pittura contrassegnata dalla vivacità dei colori,è l’espressione non solo della sua versatilità ma anche dell’amore che l’artista ha per la sua terra e per la sua gente.
Da un’attenta osservazione delle opere dell’ALESSI sono chiare ed inequivocabili le doti umane e spirituali dell’artista,attraverso la tematica che ha sviluppato e continua a proporre.
 
 
Dott.GIROLAMO DI GIOVANNI
 
Presidente della provincia di Trapani
 
 SANTO PADRE;un Cristo che rappresenta il duro calvario di un popolo,che ha sempre conosciuto la privazione e la lotta per la vita;di un popolo che vede i suoi figli più giovani costretti ad emigrare per cercare in una terra meno avara l’indispensabile alla vita;di un popolo che ha visto crollare in pochi istanti quando era costato la fatica e il risparmio di intere generazioni…
 
PIETRO PISCIOTTA
 
 
…Ma cosa possiamo offrire in cambio di quello che abbiamo ricevuto?Nulla!Non si possono assolutamente creare delle proporzioni e per questo abbiamo pensato a un dono simbolico,che racchiuda in sei tredici anni di prolungato terremoto,cioè di pene,di dolori,di sofferenze,di inenarrabili bisogni,di indicibili sacrifici…di vero martirio!
E’ dal CROCIFISSO,con l’intercessione della Mamma Celeste Addolorata che i fratelli,le sorelle e i figli del Belice hanno imparato a soffrire;è dal Crocifisso che i parroci,i religiosi e le suore hanno attinto energia necessaria per superare non soltanto le proprie ma anche le altrui difficoltà…
 
S.ECC.Mons.Costantino Trapani
Vescovo di Mazara del Vallo ( Tp )
 
 
…A tutti desidero esprimere il mio apprezzamento per questo gesto gentile,nel quale mi piace ravvisare un’eloquente testimonianza di fede in Cristo Signore e di attaccamento alla Chiesa,che Egli ha fondato sulla roccia di Pietro…
… Il dono che mi avete recato è particolarmente significativo;un CRISTO in fili di rame,(opera dello scultore Giovanni Alessi).
M i pare di potervi leggere quasi un simbolo della vostra situazione e ,se consentite,anche quella delle popolazioni della Basilicata e della Campania,che il recente,disastroso sisma ha drammaticamente sconvolto…Nell’esprimere l’auspicio che dall’impegno delle autorità competenti e dalla corrispondenza dei privati cittadini possa venire un decisivo impulso per la soddisfacente soluzione degli annosi problemi,IO voglio qui ricordare che la nostra fede ci annuncia che,dopo le sofferenze strazianti della passione,CRISTO risorge glorioso nella sua Pasqua eterna…
 
                                         S.S. GIOVANNI PAOLO II
 
O osservatore Romano
 
 
Dal libro: “ PERLE DI SILIA “ ....Se visitando Mazara del Vallo ( TP )o il trapanese,siete rimasti particolarmente ammaliati da un determinato Monumento o vorreste,in un certo qual senso “ portare via “vi suggeriamo di fare un salto al LABORATORIO E STUDIO dello Scultore GIOVANNI ALESSI ( PREVIO APPUNTAMENTO TE.0923/946905 0 947464 O 338/4477120 ).l’Artista,infatti,realizza pregevoli produzioni dei Monumenti più belli della provincia....
 
 
ROSARIA FALCONE E ROMILDA NICOTRA




Giovanni Alessi 2014 Copyright

Site built and designed by Giovanni Giliberti
Powered by the Giovanni Giliberti Content Management System - All rights reserved.